Catarsi – Urbanistica delle relazioni nella valle del Vajont

Il 50° anniversario del disastro nel Vajont (1963-2013) cade nel periodo più duro che il Veneto abbia conosciuto dal dopoguerra in poi. Un modello di sviluppo tra i più avanzati al mondo è crollato su sé stesso e quella che sembrava una “crisi” si è rivelata essere un nuovo periodo storico dal quale non si può tornare indietro. La storia della distruzione del Vajont e della sua ricostruzione è la metafora di una crescita che sognata, inseguita e sfuggita al controllo dell’incompetenza: il nuovo stato italiano postfascista democristiano che tenta di raggiungere la luce della modernità bruciandosi le ali al sole dell’ingordigia monetaria. Ma, a differenza della storia di Icaro, la valle del Vajont oggi dispone del racconto di quello che accadde dopo l’arrivo dell’onda, e di quante volte si è intrapresa la stessa strada che aveva portato allo sterminio di più di duemila persone. “Catarsi” è un intreccio di voci uniche che insieme costruiscono la storia di cinquantanni di modernità, ed è l’occasione capire cosa si possa fare ora che, in Veneto e non solo, siamo chiamati a ricostruire il futuro che qualche anno fa è scomparso dalla linea dell’orizzonte.

Catarsi è stato realizzato per il Bellaria Film Festival 2014, per la cura di Lorenzo Pavolini e Graziano Graziani

No Responses

Top